A bocce ferme. Ieri sera per il Signor Prestito Cmb è stata una serata semplicemente meravigliosa.

Da dove parto? Riprendendo integralmente uno dei tantissimi messaggi ricevuti, da un caro amico, amante ed intenditore di futsal da decenni “Sicuramente c’è l’amaro in bocca per la vittoria sfumata e poi in quel modo ma pensare che sarebbe capitato di vedere un giorno l’ A&S esultare così per un pareggio con il CMB deve farti sentire più che orgoglioso complimenti davvero Rocco”.

Ecco in questo messaggio c’è l’essenza di tutto ciò che è successo ieri sera. Gara strepitosa da parte dei miei ragazzi, preparata alla perfezione dallo staff tecnico, gestita meravigliosamente, a livello organizzativo, da parte dei dirigenti, con un pubblico eccezionale, partecipe, anch’esso ben organizzato. Ed è proprio vero “veder esultare in quel modo i giocatori dell’acqua & sapone per un pareggio” ci deve rendere orgogliosi, orgogliosi del nostro percorso sportivo nel mondo del futsal. Matricola terribile, sorpresa del campionato, ecco, forse, da ieri sera, in tanti hanno iniziato a capire che piano piano stiamo diventando una realtà importante nel panorama nazionale. Su 8 partite, 5 vittorie (alcune anche straripanti), 2 pareggi ed una sola sconfitta (e su un pareggio e la sconfitta meglio non soffermarsi sugli episodi, tutti a nostro sfavore). Sono felice della risposta del pubblico, e ci perdonino i tanti “rifiutati”, ma eravamo proprio in tanti; sono mesi che “predico” come questa sia la squadra del popolo lucano. D’altronde la nostra Regione è piccola, mai nessuna squadra ha calcato i campi della serie A, la fame di futsal é tanta. Ecco forse uno degli aspetti più belli è aver coinvolto tutta la regione, tutti partecipi di un progetto che se venisse supportato dell’imprenditoria locale potrebbe dare veramente lustro, in ambito sportivo, all’intera regione. Il lato negativo? Da ricercare sempre nel messaggio di quel caro amico “e poi in quel in modo”. Si, in quel modo. Ma di questo ne parleremo nelle sedi opportune. Perché meritiamo rispetto ed in prima persona me ne farò carico. Ma oggi penso sia il caso di essere felici per tutto quanto detto sopra. FORZA CMB.

Il Presidente
Rocco Auletta