Sfida di alta classifica tra Opifico 4.0 CMB Matera e Italservice Pesaro. A Pesaro i biancazzurri si presentano senza Oitomeia ed Edelstein. Il CMB parte con Weber tra i pali, capitan Cesaroni, Stazzone Santos e Mohammed. La prima metà del primo tempo è una partita a scacchi, le due squadre si studiano e giocano a ritmi altissimi. La prima vera occasione per il CMB arriva sui piedi di Santos ma Espindola nega il vantaggio biancazzurro. Weber risponde sempre presente ai tantissimi tentativi dei padroni di casa. A due minuti dal termine del primo tempo Santos recupera un pallone e lo serve a Josete che con lucidità gonfia la rete e porta il CMB in vantaggio.

La ripresa si apre con il numero uno biancazzurro che è ancora provvidenziale su Canal ed Espindola, subito dopo, chiude su Basile, su un uno contro uno dopo un bellissimo allungo dell’argentino. A 5’56” Salas viene murato da Weber ma Honorio è attento sulla respinta e pareggia i conti. Al minuto 11’40’ una ripartenza perfetta che parte da Weber arriva a Mohammed e serve Josete per la doppietta perdonale, il CMB è nuovamente avanti. A cinque minuti dal termine Weber salva ancora il CMB su un tiro di Cuzzolino ma il Pesaro a quattro minuti gioca con il portiere di movimento e segna il 2-2 ancora con Honorio. Nel finale il CMB ci prova prima con Stazzone che colpisce il palo e poi con Santos ma Espindola dice di no e la partita termina in parità.

 

TABELLINO

ITALSERVICE PESARO-OPIFICIO 4.0 CMB MATERA (0-1 p.t.)
ITALSERVICE PESARO: Espindola, Tonidandel, Canal, Cuzzolino, De Oliveira, Ferraresi, D’Ambrosio, Fortini, Salas, Honorio, Taborda, Cipriani, Vesprini, Cianni. All. Colini

OPIFICIO 4.0 CMB MATERA: Weber, Stazzone, Santos, Cesaroni, Mohamed, Josete, Pulvirenti, Basile, Perrucci, Braga, Arvonio, Strippoli, Parisi. All. Nitti

MARCATORI: 18’38” p.t. Josete (CMB), 5’56” s.t. Honorio (P), 11’40” Josete (CMB), 16’59” Honorio (P)
AMMONITI: Salas (P), Mohammed (CMB), Santos (CMB), Cuzzolino (P), Fortini (P), Arvonio (CMB), Stazzone (CMB), Canal (P)
ARBITRI: Giulio Colombin (Bassano del Grappa), Fabiano Maragno (Bologna) CRONO: Lorenzo Cursi (Jesi)